IL TFM 2.0

Il Trattamento di Fine Mandato (TFM) è un’indennità che l’azienda può riconoscere al/i proprio/i amministratore/i, in modo simile a quanto avviene per il Tfr dei dipendenti. Funziona in questo modo: l’importo accantonato anno per anno come TFM è una voce di costo per la società (minore imponibile ai fini Ires/Irpef/Contributivi) ed andrà interamente a favore del/i beneficiario/i, il quale non ci pagherà sopra la normale Irpef e neanche le addizionali (risparmio fiscale netto); non sono dovuti neanche i contributi del 24% alla gestione Commercianti/Artigiani (risparmio contributivo).

Ecco un esempio.
Se una società di capitali corrisponde al proprio amministratore 30.000 € dividendi  per 10 anni, il netto per l’amministratore alla fine del periodo sarà di soli 222.000 € (cioè 30.000 € x 10 anni, a cui va sottratto il 26% di cedolare secca sulle partecipazioni qualificate, pari a 78.000 €).
Se invece l’azienda accantona la stessa cifra sotto forma di TFM del proprio amministratore, dopo 10 anni questi avrà, in alternativa alla distribuzione di un dividendo, un netto di circa 330.000 €, risultato del mix tra risparmio Irpef, risparmio di contributi, rendimenti e tassazione agevolata dell’operazione; al tempo stesso la società avrà un risparmio Ires di 72.000 € (300.000 € di TFM x 24% di Ires).
In breve: la società risparmia e l’amministratore aumenta il proprio reddito di una cifra considerevole “come se” non pagasse le tasse.

Il nostro TFM è in versione 2.0. perché lo abbiamo aggiornato sulla base della più recente legge di bilancio e lo abbiamo arricchito di numerosi altri servizi.